mercoledì 2 ottobre 2013

"La Signora Harris" di Paul Gallico

Buongiorno carissime, benritrovate!

E' con un po' di tensione e dispiacere che pubblico questo post, che dovrebbe essere interamente dedicato al libro letto nel mese di settembre, ma che purtroppo mi porta a dovervi comunicare una triste decisione: ho deciso di sospendere il blog "Gruppo di Lettura Bryce's House".

Purtroppo nonostante il vostro prezzioso aiuto e supporto, mi sono resa conto di non essere più in grado di pubblicare un blog di questo tipo, dedicato alla lettura e che di conseguenza richiede un notevole impegno; come già scrivevo nei post precedenti, è diventato un impegno che non riesco a mantenere, non sono in grado di leggere il libro del mese e non è corretto che i miei post siano solamente dei copia-incolla delle trame tratte da altre fonti.

Grazie al Gruppo di Lettura di Bryce's House ho avuto la fortuna di conoscere amiche meravigliose, grazie di cuore a tutte voi!!! 
Abbiamo letto insieme 26 libri ed il blog ha registrato ben 371 amici !!! Abbiamo organizzato give away e book swap dedicati alla lettura; abbiamo avuto lettrici ed autrici che si sono alternate (un grande ringraziamento va a Lentijini per la sua importante collaborazione!!!); siete state tutte immensamente prezziose!!!

Se mi sarà possibile, cercherò di impegnarmi e di mantenere attivo il mio blog personale Bryce's House (che come potete comunque vedere è fermo a luglio) dove potrete trovarmi e magari potremo anche continuare a parlare di libri!

Chi ha letto nel mese di settembre "La Signora Harris" oppure l'avesse letto già in precedenza, può lasciare il personale commento a questo post, mi farà molto piacere leggere le vostre impressioni!


 Sinossi tratta da "la Feltrinelli" 
 Anni Sessanta a Londra. L a signora Harris è un’impeccabile governante di mezza età, sempre pronta al sorriso e civettuolamente ornata da un improbabile cappellino, inglese quanto lei. Ma la sua vita ordinata è destinata a prendere una svolta inattesa: l’inamidata signora viene folgorata dalla vista di un abito Dior nell’armadio della lady presso cui presta servizio. Da quel momento la signora Harris ha una missione: andare a Parigi e comprarsi lo stesso vestito. E siccome è britannica, inguaribilmente entusiasta e maturamente testarda, la signora Harris riuscirà nell’impresa. Anche se…

Concludiamo questa meravigliosa esperienza di lettura con una delle mie e nostre autrici preferite, l'amata Jane Austen e con il suo meraviglioso "Lady Susan"

Vi aspetto alla fine del mese per commentare insieme questo romanzo e per salutarci con un ARRIVEDERCI !!!

Come sempre, buona lettura!
Erica



18 commenti:

  1. Eri....non ti dico nulla, tu sai già come e quanto io sia affezionata a questo Gruppo di Lettura, che seguo fin dal suo inizio, ma comprendo bene le tue motivazioni e ti sono vicina.
    Alla fine del mese di ottobre scriverò con emozione e dispiacere l'ultimo commento per le nostre letture condivise.

    Per ora copio qui la mia recensione pubblicata sul mio blog due settimane fa riguardo a "La signora Harris", romanzo che mi è molto piaciuto.

    << Non avevo mai letto nulla di questo autore e devo dire che l'inizio mi è parso carino e scorrevole, ma nulla di più. Temevo di essere incappata in uno di quei romanzi gradevoli, si, ma che non una volta terminati si dimenticano in fretta.

    La storia, ambientata negli anni '50, è semplice: una vedova inglese di mezz'età, domestica ad ore, si innamora degli abiti elegati firmati Christian Dior che vede nell'armadio di una delle ricche signore presso cui lavora e decide fermamente che riuscirà a comprarsene uno anche lei, cascasse il mondo.

    Va da sè che la realizzazione di questo sogno comporta per Ada Harris sacrifici economici, rinunce, piccoli e grandi azzardi (con le giocate alla schedina o alle corse dei cani), pur di mettere insieme la sostanziosa cifra necessaria all'acquisto di un modello della famosa maison parigina.

    Una storia semplice, ripeto. Fin troppo semplice. O per lo meno così mi è parsa durante la lettura dei primi capitoli.

    Poi....la svolta. Non che sia descritto chissà quale colpo di scena, la svolta è avvenuta dentro di me, nella mia testa o meglio ancora nel mio animo di lettrice. Quando la narrazione si è spostata sul soggiorno della signora Harris a Parigi, una volta racimolata l'ingente somma, e su come la sua vita e il suo sogno vanno ad intrecciarsi con quelli di altre persone in diverso modo legate all'atelier Dior, lì in me è come scattato qualcosa.

    L'atmosfera magica di Parigi, lo spirito e lo humor tipico inglese della simpatica signora Harris, la descrizione dei personaggi di contorno, la narrazione lieve e un pò surreale, che a tratti assume i toni di una fiaba...ecco cosa mi ha fatto innamorare di questo romanzo.

    E la conclusione della storia, seppur per sommi capi prevedibile, ha il pregio di non risultare banale ma anzi emoziona per la genuinità dei sentimenti.

    Ti confesso, Lilli, che mentre leggevo l'ultima pagina mi sono resa conto di avere le lacrime che mi rigavano le guance. Sul serio. Non mi capitava non so più da quanto tempo una cosa del genere: commuovermi così per un libro.

    Sembrerà esagerato dato che si tratta di un libro assolutamente non impegnativo, ma forse è che in questo periodo avevo proprio bisogno di quella delicatezza, di quella leggerezza non sciocca che "La signora Harris" mi ha saputo regalare.>>

    Un abbraccio, ci sentiamo a fine ottobre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima Maris! Io ringrazio ancora il blog perché oggi ho il tuo splendido libro nella mia libreria!

      Elimina
  2. Quando si chiude un capitolo c’è sempre molta tristezza. Poco tempo fa avevi espresso il desiderio di chiudere il blog esponendo le tue difficoltà ma, su nostra insistenza, hai continuato per noi. Virtualmente, come puntualizzi, abbiamo conosciuto nuove persone e, soprattutto, abbiamo letto e rivisto svariati libri vecchi e nuovi di autori diversi, conosciuti e no, italiani e stranieri. Questa compagnia mi mancherà….anche se non è un addio ma un arrivederci…speriamo. Mi dispiace molto. Capisco il fatto di non avere molto tempo a disposizione, infatti, per tale motivo, non sono riuscita a leggere il libro del mese di settembre.
    Ci sentiamo a fine mese per commentare Lady Susan di Jane Austen. A presto. Innassia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì cara, è stata una decisione presa con tristezza e proprio per questo ho dovuto pensarci molto e rimandare diversi mesi.

      Elimina
  3. Anche a me il gruppo mancherà molto, posso capire Eri per la sua scelta e ti ringrazio per quello che hai fatto........La signora Harris mi è piaciuto, sì forse soprattutto la sua leggerezza nel senso positivo del termine. Sono pronta per Lady Susan.......
    Buona lettura!
    Ciao

    Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Teresa, ci risentiamo a fine mese!

      Elimina
  4. Con un certo rammarico prendo atto della tua decisione, che avrai ponderato a lungo, di chiudere questa avventura del GDL. E' stato un bel periodo, anche se mi sono inserita più tard, ma ugualmente ho sentito vicino a me tutte le amiche coosciute dutante i mesi di lettura condivisa. Allora arrivederci a presto !!! Per quanto mi riguarda seguirò il tuo blog con piacere.
    Ora veniamo al romanzo d settembre. Quando ho finito di leggere questo romanzo fresco e accattivante, la signora Harris (a Parigi, destinazione Avenue Montaigne, Maison Dior, la britannicissima signora che ha superato i pregiudizi e lo snobismo) mi teneva sottobraccio, mi rimproverava dolcemente scuotendo la testa (con la rosa sul suo cappellino), per rammentarmi la più banale delle verità: in un mondo concreto e crudele, forse non sarà consentito spesso di realizzare assurdi sogni di bellezza vanità e poesia ma continuare a coltivarli si deve, sempre.
    abbracci affettuosi
    simonetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simonetta, cercherò di impegnarmi con entusiasmo per l mio blog personale, ci proverò...

      Elimina
  5. vi ho seguito, sempre , da lontano, fin dall'inizio di questo blog con la lettura de La timidezza delle rose. Non sono stata sempre attivamente presente, ma qualche libro insieme a voi, in silenzio, l'ho letto ma gli impegni, i dolori della vita mi hanno tenuta lontano dal commentare e ora mi aspetta una battaglia da combattere contro un cancro. Mi dispiace che non ci sia più questo blog, gli sono affezionata e leggevo con interesse ogni commento .... ora , in ritardo , ho iniziato La signora Harris....
    Annamaria cuorieperline

    RispondiElimina
  6. Grazie Annamaria, grazie di cuore, ricordo bene quando abbiamo iniziato con "la timidezza delle rose" e credimi, ho sempre "sentito" la presenza anche delle amiche silenziose. Non mollare mai cara amica, un abbraccio forte forte!
    ... e poi mica spariscono io! Mi trovate a Bryce's house :)

    RispondiElimina
  7. Peccato! io ormai avevo abbandonato da molto però ogni tanto venivo volentieri a leggere le vostre recensioni e commenti. Però giustamente non puoi forzarti a procedere con questa avventura.
    Un abbraccio e buona lettura a tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, é stata sicuramente una bellissima esperienza, che mi ha dato la possibilità di conoscere via web persone meravigliose! Magari potrò organizzare qualche altra iniziativa legata alla lettura nel mio blog personale...

      Elimina
  8. Speravo davvero di poter continuare a seguirvi anche se non sempre attivamente e da solo poco più' di un anno, periodo in cui ho conosciuto questo blog. Mi sono chiesta infatti qualche volta come mai si pubblicasse così' di rado, una due volte al mese e poi quando hai esternato i motivi delle difficoltà' nel tenere vivo i gruppo ho capito. Mi dispiace ma sono ugualmente contenta di essermi sentita parte di questo bel gruppo e mi scuso se non ho dato grandi contributi.Eri mi mancherai come tutto il gruppo. Circa la 'signora Harris' devo dire che è' stata una sorpresa in crescendo: l'inizio carino e un po' ripetitivo ma poi dal viaggio in avanti si è' svelata la vera bellezza di questo semplice ma significativo romanzo che pur caricatura do un po' ireos aggi lascia qualcosa a cui pensare sui sogni, la determinazione per realizzarli e l'aspetto umano e benevolo che caratterizza anche persone a volte insospettabili. Un abbraccio e un grazie a tutte. Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, mi è dispiaciuto tantissimo prendere questa decisione ma come puoi notare dai post degli ultimi mesi, la mia presenza è stata veramente "leggera", I lettori sono sempre più diminuiti ed io per prima non riuscivo più a leggere i libri proposti. Un abbraccio, buona lettura!

      Elimina
  9. peccato...ma posso dirti che mi hai regalato attimi di lettura davvero preziosi e momenti di confronto insperati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leucosia, il vostro affetto mi scalda il cuore! Sapere che eravate ancora così in tante a seguire il gruppo di lettura mi fa capire che in fondo stavo facendo un buon lavoro... :) continuate a seguirmi nel mio blog personale, Bryce's House, sapervi vicine mi incentiva sempre più a pubblicare nuovi post! E poi magari continuerò ancora a scrivere di libri!

      Elimina
  10. Mi spiace moltissimo dibquesta decisione che hai preso .... mi manchetete molto tu e ip gruppo di lettura ... che trovavo delizioso anche pechè leggevamo diversi libri oltre quelli di jane austeane ....ora mi trverò un po male perchè gli altri gruppi che seguo più che altro leggono spin -off dei libri di za jane .... alcuni gradevoli come quelli della bebris .... altri poi la maggior parte sono in inglese e i non riesco a seguirli :-( mi spiace tanto erchè attraverso questo blog ho conosciut amiche come te, e maris ... e mi facevate tanta cmpagnia. Cercherò di esserci er la lettura di lady susan ... anche se con tristezza. Fattibsentire ogni tanto tramite e-mail

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tina / Roby, è stata un 'esperienza unica proprio perché ci ha dato l' opportunità di conoscerci! Come ho scritto nel commento qui su (da Leucosia) non sparisco mica! :) mi troverete ancora a Bryce's House e prometto che sarò più presente e vi verrò a trovare nei vostri blog!

      Elimina


Grazie a Cri de "Il Visibile Invisibile"

Grazie a Miss Claire - La Collezionista di Dettagli - e a BasilicoeMentuccia - Viaggi d'inchiostro

assegnato dal gruppo "Quelle che il Tombolo" e da "La Libreria di Nicky"

ricevuto da Sylvia di Un Tè con Jane Austen

grazie a Newmoon di Sono una donna non solo una mamma

Grazie a Alessandra di "Tiritopettopino"