sabato 8 ottobre 2011

E QUANDO IL SOGNO NEL CASSETTO PRENDE IL VOLO CHE SI FA?

Già proprio così, siamo così abituati a conservarli nel cassetto i nostri sogni che quando prendono il volo non sappiamo cosa fare o almeno questo succede a me.
Sicuramente si prova una grande gioia, ma poi… all’improvviso il sogno non è più nostro e ci si accorge che il desiderio più grande era condividerlo.
Io ricordo da quanto tempo amo scrivere, ma è così tanto, che mi spaventa soffermarmi a pensarci, negli anni si sono susseguiti tanti momenti importanti, ho fatto delle scelte che mi hanno portato ad essere circondata da persone che amo e quindi non mi pento di aver tenuto quel cassetto chiuso per anni, solo mi emoziona accorgermi che per tutto questo tempo è rimasto lì, il mio sogno, intrappolato in una ragnatela, ed è stato molto faticoso liberarlo. Ora, forse sarà tutto più difficile. Confessare agli amici, ai colleghi che siamo uno, nessuno, centomila… sarà più faticoso, lontano dalla spensieratezza della gioventù, affrontare quest’avventura, ma ora so quanto sia importante credere nei propri sogni e non buttare via la chiave di quel cassetto.

Scrivere…scrivo da tanto tempo, tuttavia iniziare un romanzo, vivere con i personaggi la loro storia, accompagnarli nelle loro passioni ed interpretare le loro emozioni e non abbandonarli fino alla fine, è qualcosa di più impegnativo. Scrivere l’ultima parola era l’inizio di questa sfida.

E ora voi ne fatte parte, ho aspettato tanto perché davvero, quando quel sogno si è cullato come un bambino per anni nella propria intimità e si è conservato come ultimo rifugio condividerlo non è così scontato, non è un contratto o un accordo commerciale, ma è molto di più.
Vi invito tutte nel mio sito, www.alejandralillia.com, il mio blog “frullato di ricette” qualcuna di voi forse già lo conosce, per regalarvi alcune parole ed un pezzetto di questo sogno, la pubblicazione del mio primo romanzo:
“All’ora del tè, ritagli di memoria”


Un abbraccio a tutte, Alejandra.

9 commenti:

  1. Congratulazioni!
    Un grandissimo in bocca al lupo^_^

    RispondiElimina
  2. Evvaiiiiiiiiiiiii Alejandra !!!!!
    Un abbraccio
    Milena

    RispondiElimina
  3. Oh, congratulazioni! Avevo un sogno simile al tuo, immagino l'emozione ♥

    RispondiElimina
  4. Congratulazioni Alejandea, il mio sogno nel cassetto è uguale al tuo e quindi ti capisco benissimo :-) scrivere è una passione stupenda, vero?
    E ora ti auguro che il tuo sogno non più nel cassetto voli alto, altissimo e ti porti tanta soddisfazione e gioia!!
    Maris

    RispondiElimina
  5. Si vive per realizzare i propri sogni. Complimenti!!! Laura

    RispondiElimina
  6. Eccomi.. in ritardo, ma finalmente leggo il tuo post - e davvero, mi sono emozionata ritrovandomi le tue stesse sensazioni ... vedere un sogno che spicca il volo non ha davvero prezzo, specialmente quando guardandoci intorno vediamo tanta gente che si spegne rassegnandosi alla mediocrità.

    Complimenti, allora, e in bocca al lupo alle nostre piccole "creature" letterarie! ^_^

    RispondiElimina
  7. Congratulazioni!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. complimenti, complimenti davvero.....sono anche un pochino invidiosa.....ma complimenti senza appello!!!!brava!

    RispondiElimina
  9. Brava, credere in sogno e vederlo realizzato è la cosa più bella che possa accadere!
    Complimenti...adesso vado a leggerne un pò sul tuo blog!
    Mery

    RispondiElimina


Grazie a Cri de "Il Visibile Invisibile"

Grazie a Miss Claire - La Collezionista di Dettagli - e a BasilicoeMentuccia - Viaggi d'inchiostro

assegnato dal gruppo "Quelle che il Tombolo" e da "La Libreria di Nicky"

ricevuto da Sylvia di Un Tè con Jane Austen

grazie a Newmoon di Sono una donna non solo una mamma

Grazie a Alessandra di "Tiritopettopino"